Il nuovo che avanza: la flipped class

Negli ultimi giorni ho partecipato a diverse riunioni di redazione. Niente di che, fa parte del mestiere. Ne sono uscito con un inquietante sospetto: dopo il digitale, la nuova frontiera dell’editoria scolastica sembra essere la preparazione dei materiali per la flipped class, la “classe capovolta”. Un’altra bella secchiata di frattaglie da sistemare per noi fuochisti della sala macchine. Ad ogni modo, approfittando di una mattinata di libertà, da bravo redattore mi metto a girovagare un po’ su internet per studiare il nemico.

Continua a leggere…